lunedì 17 gennaio 2011

Dischetti all’arancia candita...il CRAMIQUE mai nato!!!!

Sottotitolo: Dal disastro alla rivincita
O per essere più precisi dal “caspiterina e ora cosa faccio” iniziale al “però proprio niente male!!!” finale. Ora vi spiego: il tutto ha avuto inizio dalla mia malsana idea di voler salvare 75g di arance candite, comprate per un panettone mai venuto al mondo. Ho iniziato a sfogliare libri e riveste di cucina in cerca dell’idea giusta e devo dire che di idee giuste ce ne erano diverse ma tutte con un piccolissimo problema...l’unico ingrediente che avevo era giusto l’arancia candita. Sfoglia e risfoglia alla fine mi viene l’illuminazione “Ma si, faccio un pane particolare...magari cambio qualche ingrediente”. Contenta e soddisfatta per la mia pensata mi precipito a prendere il libro del pane,  “Fare il pane” della collezione di Sale e pepe, e qui trovo quello che fa per me: Il CRAMIQUE, un pane dolce al latte con uvetta (il mio sarà con l’arancia candita) di origine belga. Controllo di avere tutti gli ingredienti... e decido di seguire alla lettera la ricetta (in fin dei conti il mio zampino personale è già stato messo)... così uso persino il lievito istantaneo della ricetta originale, non facendomi domande sul controsenso della cosa:  perchè usare quello istantaneo se deve lievitare tutta la notte? Fidandomi del mio mitico libro (le ricette fatte sono sempre venute perfette) eseguo tutti i passaggi come una scolaretta diligente convinta nella magia notturna. Al mattino dopo, tutta contenta, apro il frigo e prendo quello che dovrebbe essere un impasto lievitato e morbido... ora inutile dire che di lievitato avevo ben poco ma di morbido ancora meno... E ora che faccio??? non posso buttare via tutto.. è una questione di principio... dovevo salvare l’arancia e ora non posso sacrificarla insieme ai suoi compagni di disavventura!!! Mi attacco con le unghie alla speranza che l’oretta a temperatura ambiente possa fare miracoli... controllo e ricontrollo ma non sembra succedere nulla... e a questo punto prendo la mia stoica decisione: abbandono la via conosciuta per l’ignoto!!!! La ricetta sarebbe continuata facendo otto palle e mettendole in uno stampo da plumcake (ve lo dico nel caso foste più fortunati di me) e poi in forno per 30 minuti a 180° ottenendo così un profumatissimo e sofficissimo pane. Io, avendo a disposizione una massa compatta, decido di buttarmi sui biscotti... ultimo e disperato tentativo di salvare il tutto... stendo, taglio e inforno .. e magia delle magie iniziano a gonfiarsi...Una volta raffreddati li assaggio facendomi molto coraggio... e... sorpresona!!!!! contro ogni aspettativa sono morbidi e buonissimi.... 
Ingredienti:
1 uovo  350g di farina  70g di burro fuso • 130ml cucchiai di latte • 60g di zucchero • 10g di lievito istantaneo • 1/2 cucchiaino di sale • 75g di arancia candita
1
Impastare tutti gli ingredienti tranne il burro, che deve essere aggiunto durante la fase di impasto, e l’arancia che deve essere aggiunta al termine prima della lievitazione. Lasciare riposare l’impasto tutta la notte dal frigorifero. 
2
Il giorno dopo tirare fuori e lasciar lievitare circa un’ora a temperatura ambiente. Stendere con spessore 1 cm e ricavare tanti dischi. Porre su una teglia rivestita da carta da forno e infornare a  180° per venti minuti.

67 commenti:

  1. Daiii..che idea il pane con le rance candite..immagino il profumo che usciva dal tuo forno mentre cuoceva!!!!Buono buono buono....

    Ti aspetto per il mio "romantico" contest...con le tue idee..non puoi mancare, buona giornata, Flavia

    RispondiElimina
  2. Wow!! Buona idea!! Sembrano buonisimi! Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Faby, yeeeeeh!
    Alla fine le arance sono state salvate, e il risultato sembra ottimo!!!!
    Questi biscottini devono essere profumati e deliziosi, la ricetta nuova l’hai creata eccome!
    :)
    Bacioni

    RispondiElimina
  4. Ciao Fabi e per fortuna che questo cramique non e' mai nato perche' ne sono usciti dei biscottini che mi sembrano una vera delizia!!! Che dici passo da te per il caffe' se ne trovo ancora qualcuno??? Un bacione grande!!!

    RispondiElimina
  5. Preferisco i biscotti..ti son venuti meravigliosamente bene..ciao e buona settimana

    RispondiElimina
  6. Ciao cara!!Mi sembra proprio che da un disastro ne siano usciti dei biscottini deliziosi!! Tante volte è così che nascono le ricette migliori!! Un bacione e buona settimana!!

    RispondiElimina
  7. Alla fine puoi ritenerti piu' che soddisfatta, no? E grazie per la bella ricetta ;-)

    RispondiElimina
  8. Che carini questi mini paninetti =) sei tornata proprio alla stragrande, è un piacere rileggerti =)

    RispondiElimina
  9. Profumatissimi questi dischetti.Un bel modo di iniziare questa settimana.

    RispondiElimina
  10. Conosco bene i piani B...questo è davvero ben riuscito però!!! Un baciotto tesoro!!

    RispondiElimina
  11. e brava tesoro cosi si fa si reagisce e nn la si da vinta al lievito nn lievitato:D!!certo che adesso hai inventato dei biscotti tutti tuoi e devo dire che sono favolosi!!!
    bacioni immensi,imma

    RispondiElimina
  12. a volte in situazioni apparentemente disastrose l'ingegno dà il meglio di sé! viene voglia di farli così apposta!! :-)

    RispondiElimina
  13. Anche io parto da un ingrediente che voglio consumare per arrivare a fare una ricetta... e come te spesso mi trovo nei guai... meno male che a te è andata bene!

    RispondiElimina
  14. direi che il risultato è ottimo, sembrano proprio buoni! hai fatto bene a seguire il tuo istinto

    RispondiElimina
  15. Beh le arance candite le hai salvate..eccome se le hai salvate!!! Questi biscottini devono fare un profumino da paradiso! Mi sorge solo un dubbio, che per lievito istantaneo si intendesse il lievito di birra tipo liofilizzato tipo questo!!! Mi è capitato di trovarlo scritto in questa forma e tornerebbe con la lievitazione in frigo l’intera notte anche se 10gr mi sembrno un po’ tanti per quella dose di farina. Mah...l’importante poi è il risultato e il piano B ha funzionato alla grandissima ^__^ Un baciotto, buona settimana

    RispondiElimina
  16. Però che bella idea!!
    Complimenti bellissimi e sicuramente ottimi!
    un bacio
    buon Lunedì Anna

    RispondiElimina
  17. Bè dai..sei stata brava.. sapessi el volte che mic apitano inconvenienti simili!!!
    ps: ma uns emplice plum cake con le arance candite avanzate no eh? ahahaha..
    Smackkk e buon lunedì! ;-)

    RispondiElimina
  18. Adoro tutto ciò che è all'arancia! mi ricorda troppo l'estate! Baci

    RispondiElimina
  19. Mi piacciono molto sia per gli ingredienti utilizzati che per la foto che ne sottolinea la morbidezza.

    Un bacio e felice giornata

    RispondiElimina
  20. beh un risultato migliore di questo? Hai fatto un capolavoro!!

    RispondiElimina
  21. deliziosi e ben riusciti
    Brava e buona giornata
    Ciao

    RispondiElimina
  22. Li farò sicuramente, mi hai fatto venire l'acquolina in bocca! Ciao tesoro e grazie per i complimenti.

    RispondiElimina
  23. guarda non tutto il male vien per nuocere..secondo me senza volerlo hai realizzato un dischetto di pane golosisismo brava quindi!!bacioni

    RispondiElimina
  24. ehehehehhe, bravissima, da una cosa storta ne hai tirata fuori una grandiosa!:D
    E poi i biscotti sono monoporzione e io adoro sgranocchiare qualcosa solo per me!
    Sicuro saranno stati profumatissimi^_^
    Al prossimo "disastro" allora....se ti vengono sempre così!
    <:D

    RispondiElimina
  25. Che brava! Una donna dalle mille risorse! Chissà che profume d'arance! =P
    La foto è stra stra bellissima! Complimenti! ;)

    RispondiElimina
  26. fantastici, e poi mi piacciono tantissimo i ticchiolini colorati e così allegri dati dalle arance. sembrano coriandoli!

    insomma, il motto della giornata è "non tutto è perduto..."

    bravissima e fantasiosa!

    RispondiElimina
  27. Alla fine é andata bene, i biscottini fanno venire l'acquolina!

    RispondiElimina
  28. Posso azzardare una spiegazione? Anche io un paio di volte ho abbortito delle ricette a caua del lievito istantaneo, e questo perchè ce n'è di 2 tipi. Uno istantaneo istantaneo, un altro "istantaneo a lievitazione lenta"... che vor dì, non lo so! L'ho scoperto poc tempo fa, dopo aver abortito un paio di tentativi di pumcake salati! :) Cmq questi biscotti mi fanno davvero gola, io ci aggiungerò anche delle gocce di cioccolato... che con le arance candite, una bontà! :)

    RispondiElimina
  29. Senti lo sviluppo non era quello che ti aspettavi ma il risultato finale è decisamente OK !! Biscottini stupendi ! Ho proprio un po' di scorzette di arancio avanzate dalle feste... ci proverò ! un abbraccio e buona settimana !!!

    RispondiElimina
  30. insomma tesoro quello che conta è il risultato finale e mi sembra perfetto!!!!! bacii e buona settimana! Ely

    RispondiElimina
  31. Allora da qui proveniva questo profumino............un bacio.

    RispondiElimina
  32. Brava, complimenti per la perseveranza... ottimo risultato!!! Bacioni!

    RispondiElimina
  33. In fin dei conti l'esperimento è riuscito. Sembrano veramente appetitosi, se li rifai con il lievito di birra ci devi far sapere quale dei due dolcetti è più buono. Bacioni e buona settimana!

    RispondiElimina
  34. Cara Fabiana il risultato è stato ottimo lo stesso da quel che vedo!! Brava! Io ho smesso di usare il lievito istantaneo perché lo ritengo "fuori controllo";) molto meglio quello fresco! Tanti baci e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  35. Caspita, la perseveranza premia, bravissima che bei biscotti. Ciao un abbraccio.

    RispondiElimina
  36. WOW...ma sono venuti uno spelndore! E meno male ke volevi buttar via tutto...hai fatto proprio bene a non mollare!

    RispondiElimina
  37. Ma sei stata bravissima!!
    Complimenti! ;-)

    RispondiElimina
  38. Ciao Fabiana!!

    Io adoro le invenzioni! :D
    Specie se ben riuscite, che spettacolo questi biscottiniii!

    Sono proprio bellissimi tra l'altro! :D

    Un besito!
    Babi

    RispondiElimina
  39. Tu non sai come io adori leggere questo tipo di post... le cose nate per caso che hanno il potere di sorprenderci e divertirci hanno grande appeal per me!
    Bellissimi, inoltre!!

    RispondiElimina
  40. bella idea.....complimenti...un bacio

    RispondiElimina
  41. eheheh sempre bello leggere le avventure di chef fabiana :D si vede anche dalla foto che devono essere stupendi ^_^
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  42. Proprio una bella idea per la prima colazione!

    RispondiElimina
  43. bhe, ricette famosissime son nate da situazioni come questa...dico, la torta craprese, e i brownies, son nati da errori, per esempio. questi dischetti, son sicura, passeranno alla storia!!

    RispondiElimina
  44. Eè un peccato non sbagliare più spesso se questi sono i risultti. Sembrano deliziosi.....
    Brava, è il premio per non esserti persa d'animo :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  45. che bontà...che errore ben riuscito! Ti seguo sempre. Sei fantastica!

    RispondiElimina
  46. ciao e meno male che non ti tutti i mali vengono per nuocere!
    baci

    RispondiElimina
  47. Per recuperare 75gr di arancia candita hai sudato le famose sette camicie eh?!?Devo dire comunque che questi biscotti hanno un aspetto delizioso e sicuramente ne è valsa la pena. Un bacione

    RispondiElimina
  48. Creare qualcosa di buono da un annunciato insuccesso, è sempre una grandissima soddisfazione. BRAVA!

    RispondiElimina
  49. In ogni caso le arance candite hanno fatto una splendida fine ;).....questi biscottini sembrano molto deliziosi!!! baci

    RispondiElimina
  50. Si è così, mi fai ricordare che anche a me, se non sono convinta di un certo ingrediente ma decido di "fidarmi" ciecamente, puntualmente la cosa in oggetto non va. CHissà, sarà come nella fisica quantistica, la nostra aspettativa influenza il risultato. Sono sicura che è cosi!
    Bacione

    RispondiElimina
  51. Meno male, qui in NZ le arance candite buone come quelle italiane me le sogno! Se fosse stato uno spreco avrei pianto anch'io solo a pensarti! :-)

    ciao

    A.

    RispondiElimina
  52. Ciao Fabiana! Direi che i tuoi vari tentativi sono stati ben premiati: hai salvato i canditi ed hai ottenuto un risultato delizioso. Buona settimana e a presto.

    RispondiElimina
  53. Ma tu sei la "fatina" e alla fine l'incantesimo c'è stato!!Una notte in frigo,non ha neutralizzato l'effetto magico e così ecco quà questi biscottini deliziosi!!Uè son contenta per le tue scorzette d'arancia,mi ci ero affezionata anch'io!!UN bacione bellezza e bellissima giornata!

    RispondiElimina
  54. Beh anche se hai deviato un pò, il risultato finale è stato comunque eccellente e profumato!!! ti abbraccio cara :)

    RispondiElimina
  55. Wow quante peripezie!! Ma nonostante tutto ti son venuti benissimo e si vede quanto siano morbidi! hai ricavato dei bei dolcetti :)

    RispondiElimina
  56. devo dire che te la sei cavata egregiamente, io avrei pianto!bravissima!

    RispondiElimina
  57. ciao, passavo per invitarti a un gioco di scambio ricette! ti va di partecipare? ti aspetto qui

    http://zasusa.blogspot.com/2010/12/gioco-forum.html

    a presto

    RispondiElimina
  58. ma buoniiiii!! l'arancia candita la adoro.. perfetti per la colazione!

    RispondiElimina
  59. che delizia questi biscotti..sono meravigliosi!!ti aggiungo ai preferiti,devo annotarmi altre ricette tue :) kiss kiss

    RispondiElimina
  60. c'est magnifique et ça ne peut être qu'excellent j'aime beaucoup
    bonne soirée

    RispondiElimina
  61. Fabiana, è proprio una bella ricettina!!! Mi sa che ti è andata benone ;))

    RispondiElimina
  62. Fabiana : lindo blog, lástima que no hablo italiano, me frustra, pero para eso tenemos el traductor verdad?
    Bienvenida a mi cocina !!! Gracias por pasar y comentar ... !!
    Seguimos visitándonos :)
    Saludos y gracias

    RispondiElimina
  63. Ciao tesoro!!!
    Ma lo sai che è successo anche a me di trovar ste incogruenze... ma credo siano errori di chi fa le traduzioni di questi libri (c'è l'ho anche io quello che dici tu) ...che son stranieri!
    Credo sia dovuto dal fatto che a volta i lieviti di birra che non necessitano di indratazione, com il mastro fornaio per esempio, e che van direttamente miscelati con la farina... li chiamano "fast active yeast" o anche "instant yeast" in inglese ....e intendo cmq quelli di birra... visto che per quelli da torte usano il termine "baking powder".
    Lì sta alla competenza di chi traduce! ...che magari sa di lingue e traduce letteralmente ma non conosce le differenze culinarie a noi importanti!
    Cmq io quando mi imbatto in cose del genere mi attengo ai tempi, se c'è scritto che deve lievitare...allora uso quello di birra....aldilà di ciò che scrivono! :)
    Cmq vedo che hai salvato il tutto egregiamente! da provar così ora! :)
    bacioni!

    RispondiElimina